Piacenza. Sono stati sequestrati dalla Procura i computer e i telefoni di Paolo Grassi e Gianluca Civardi, i due presunti assassini del professor Adriano Manesco, per analizzarne il contenuto. Secondo le indagini nella casa milanese del professore oltre ai due, risulta la presenza di altri amici, sempre piacentini. Al vaglio le ragioni di questa frequentazione, perché non si esclude che ci possano essere fiancheggiatori o testimoni, come pure eventuali trasferimenti di denaro dai conti del 77enne. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata