A nulla sono valsi gli appelli alla collaborazione e alla coesione politica. La maggioranza di centrosinistra che guida il Comune di Piacenza ha infatti deciso  di respingere tutti gli emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle. Bocciato l’emendamento che chiedeva al Comune di inviare ai contribuenti i bollettini precompilati della TASI e dell’IMU. Bocciato l’emendamento che chiedeva all’ufficio competente di occuparsi delle problematiche antisismiche. Bocciato l’emendamento che chiedeva di ridurre il contenzioso comunale privilegiando, dove possibile, la trattativa stragiudiziale. Una serie di no che il Movimento guidato da Beppe Grillo giudica incomprensibile e che disegna una città lontana dalle reali problematiche dei cittadini. Oggetto di critica dell’opposizione a 5 stelle, inoltre, ci sono le scelte poco coraggiose in tema di sviluppo economico e la mancanza assoluta di politiche turistiche. Un esempio fra tutti? La galleria d’arte moderna Ricci Oddi di Piacenza ha chiuso i battenti per l’intero mese di agosto. Alla faccia della cultura e del turismo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata