Cremona. Il Terzo Ponte di Cremona ha avuto il via libera anche del Consiglio di Stato. L’organo ha infatti respinto il ricorso presentato contro l’infrastruttura da sei cittadini residenti fra Castelvetro Piacentino e Monticelli d’Ongina. L’iter di approvazione dell’opera è stato ritenuto legittimo, dopo analoga sentenza emessa dal Tar di Roma del 2012. I cittadini dovranno ora pagare le spese legali, ma potrebbero anche, secondo quanto espresso dal loro legale, impugnare la sentenza presso la Cassazione.

Isabella Caccialanza

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata