Milano Duemila lavoratori in piazza, qualche tafferuglio con le forze di polizia e un messaggio forte e chiaro lanciato dal segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, al governo: “Siamo pronti a occupare le fabbriche”. Studenti, operai, centri sociali hanno accolto così i leader europei, a Milano per la conferenza sul lavoro. Per tutta la mattinata, l’imponente spiegamento di forze ha bloccato la zona della fiera interdetta ai non addetti al lavoro. Il traffico ha avuto pesanti ripercussioni in tutto il capoluogo lombardo.

 

Barbara Appiani

 

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata