La storia di Tamoil è la storia di Cremona. L’inquinamento è ancora presente e la vicenda che lega la raffineria alla città di Cremona e ai suoi abitanti non è ancora chiusa. In attesa della bonifica del sito e dopo la provvisionale di un milione di euro riconosciuta al cittadino Gino Ruggeri che si è costituito parte civile al posto del Comune di Cremona per chiedere conto dell’inquinamento prodotto dall’attività della raffineria, Sergio Ravelli torna a fotografare una delle pagine più significative della storia di Cremona. Dopo il primo libro “ Gheddafi a Cremona” esce la prossima settimana in tutte le librerie d’Italia  “ Morire di petrolio”. Nel libro  Ravelli ha raccolto  tutti i documenti del processo, fornendo un uno valido strumento  per costruire un’azione popolare . Le responsabilità di allora e di oggi sono richiamate all’attenzione di tutti, sulla scia della denuncia radicale mai pavida dalla parte di Cremona, dell’ambiente, dei cittadini e della loro salute.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata