Cremona. Avevano messo a segno un colpo presso il distributore Ip a settembre, ora sono stati identificati e denunciati dalla Squadra Mobile della Polizia di Cremona.

Il bottino aveva fruttato ai malfattori circa 8mila euro, trafugati dalla cassaforte senza che nessuno si accorgesse. Questa la dinamica: mentre uno dei due faceva rifornimento e distraeva i dipendenti, l’altro indisturbato,  dopo aver  trovato le chiavi della cassaforte nell’ufficio del gestore, si impossessava della somma per poi, allontanandosi, confondere le acque cheiedendo informazioni ad un dipendente. Non è stato un lavoro semplice, ma l’indagine accurata messa in campo dagli agenti della Squadra mobile ha permesso di identificare gli autori del furto grazie alla ricostruzione dei tabulati di cella e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza. I due sono italiani di circa 30anni con precedenti  per reati contro il patrimonio e residenti fuori provincia.

L’attività dei poliziotti è partita da un particolare apparentemente insignificante: l’uomo  entrato nel locale per prendere il denaro mentre si allontanava aveva guardato il proprio telefono per pochi secondi. Da qui è scattata l’ analisi del traffico di cella nella zona: nonostante le utenze utilizzate dai due fossero intestate a terze persone, gli agenti sono riusciti ad identificare gli  autori del furto.

 

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata