Cremona L’Italia è uno dei primi Paesi ad aver firmato l’approvazione di un trattato internazionale sul controllo delle armi leggere. Grazie alla ratifica di 50 Paesi il patto entra in vigore il giorno di Natale e vuole garantire la trasparenza dei governi per contrastare il commercio clandestino in aree critiche, come il Medioriente e l’Africa. La buona notizia è stata data dal ricercatore Giorgio Beretta dell’Osservatorio Permanente sulle armi leggere, a Cremona per l’inizativa “Cibo invece di Armi” organizzata all’interno del ciclo di incontri per Expò“Nutrire il pianeta è nutrire la pace”. Per l’occasione presentato anche il rapporto annuale.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata