Cremona. Polemiche e indignazione non si placano, a Cremona, dopo quanto accaduto sabato e a tenere alta la tensione c’è stato il ritrovamento di una bomba carta inesplosa nel cortile degli uffici delle Politiche educative del Comune di viale Trento e Trieste, una delle vie che ha fatto registrare i danni più importanti. L’ennesima testimonianza del clima da guerriglia urbana che si è vissuto in città. E che ora continua sui social network, su cui si leggono frasi come ”Veniamo giovedì a Cremona, siamo certi di trovare una città rasa al suolo” e “Onore a chi lotta. Più bastoni meno tastiere!” pubblicate dal gruppo musicale dei 99 Posse, che hanno organizzato, proprio al centro sociale Dordoni, un concerto per giovedì 29 gennaio per raccogliere fondi per pagare le spese mediche di Emilio Visigalli, il 50enne del “Dordoni” rimasto gravemente ferito il 18 gennaio in via Mantova. E continua la linea dura del sindaco di Cremona Gianluca Galimberti che oggi ha dichiarato di opporsi alla realizzazione del concerto.

 

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata