Piacenza. L’offerta Trenitalia in occasione di Expo prevede, per il territorio regionale dell’Emilia Romagna, 14 Frecciarossa che fermano a Bologna e 11 a Reggio Emilia. Di queste, però, nessuna ferma a Parma o a Piacenza e, al momento, nessun treno, né interregionale né regionale, è stato previsto in aggiunta a quelli ordinari già molto affollati. Unica opzione quindi, per chi proviene da Piacenza o da Parma e deve raggiungere il sito dell’Esposizione, resta il collegamento stradale, anche in questo caso utilizzando però i percorsi già esistenti, dal momento che nessun metro di strada è stato aggiunto sulla direzione nord-sud. Una situazione a dir poco imbarazzante che il sindaco di Piacenza, Paolo Dosi, ha discusso nei giorni scorsi con il primo cittadino di Parma, Federico Pizzarotti. Tra l’altro, i sistemi agroindustriali dei due territori emiliani esprimono, proprio sul tema del cibo e della nutrizione, eccellenze riconosciute in ambito mondiale con un potenziale di attrattività fortemente significativo. Le fermate dei treni ad alta velocità nelle stazioni di Piacenza e Parma, che le attuali caratteristiche strutturali del tracciato ferroviario già rendono possibili, garantirebbero l’accessibilità da parte dei visitatori di Expo alle tante iniziative di rilievo che i due territori hanno pianificato per tutta la durata dell’Esposizione Universale, dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.

 

Vladimiro Poggi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata