Cremona. Sta creando scompiglio nel cremonese, a Rivolta D’adda, la protesta delle associazioni animaliste, fortemente schierate contro l’organizzazione di una gara di carabina sponsorizzata da associazioni venatorie e riservata ai bambini da 7 a 13 anni in occasione della fiera di S. Apollonia. Attraverso l’invio al Comune di centinaia di mail, il cosiddetto mailbombing, gli animalisti hanno sottolineato quanto sia pericoloso e diseducativo dare un’arma a minori. Il primo cittadino di Rivolta, Fabio Calvi, per il momento ha scelto di non commentare la vicenda.

 

 

Isabella

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata