Brescia. Nel 2104 l’insieme dei paesi del Medio Oriente e dell’Africa settentrionale sono risultati i terzi principali acquirenti di armi e munizioni prodotte nella provincia di Brescia. Un dato pubblicato e commentato oggi da OPAL, Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere e Politiche di Sicurezza e di Difesa, un’associazione Onlus promossa da diverse realtà dell’associazionismo bresciano e nazionale per diffondere la cultura della pace. L’Osservatorio chiede al Governo maggiori controlli verso questo export. Ne parliamo con Giorgio Beretta, di Opal.

 

 

I.C.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata