Brescia. Non sono bastati i no dei comuni di Ospitaletto e Castegnato, non è neppure servito il parere della Sovrintendenza alle Belle Arti che ha bocciato il progetto. La Provincia di Brescia ha infatti concesso il permesso per la realizzazione di una centrale a biomasse, sul modello di quella già in attività a Rodengo Saiano, attraverso la conversione di una vecchia caldaia alimentata con legname tritato in una vera e propria centrale per la produzione di energia elettrica. Una decisione che lascia allibito chi sin dall’inizio si è battuto per il no al progetto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata