Piacenza. Entro il 2016 l’area ex Pertite, che si trova lungo la via Emilia Pavese, zona con vincoli militari, dovrebbe essere bonificata completamente dalla discarica abusiva presente, perché i lavori dovrebbero scatatre nelle prossime settimane. Successivamente, il Comune piacentino, che avrebbe già deciso la destinazione che le vuole dare,  ossia a verde pubblico, valorizzando costruzioni ed edifici già esistenti per servizi relativi all’attività pubblica, dovrebbe poi diventare titolare dell’area che, dunque, diventerà un parco, un bosco in città.  Ci sarebbe però un nodo da sciogliere, che riguarda la richiesta del Ministero della Difesa relativa a un posto idoneo per il trasferimento della pista della prova dei carri. Le alternative potrebbero esserci, come in zona “Le Mose” o Alta Velocità, ma potrebbe non essere l’unica compensazione richiesta, questo lo si vedrà solo strada facendo. Sembra dunque che si voglia trovare una soluzione comune per l’ex Perite che, negli ultimi tempi, è salita spesso alla ribalta delle cronache per le numerose manifestazioni, raccole firme e anche per una richiesta di risarcimento alla Corte dei Conti a favore dei cittadini per la bonifica dovuta a una discarica abusiva presente nella zona. Presto, dunque, potrebbe addirittura diventare un aiuto per migliorare la qualità dell’aria di Piacenza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata