Brescia. Non più tardi di venerdì scorso vi davamo conto dei preoccupanti risultati derivanti dall’indagine compiuta dall’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro sui maggiori erbicidi e pesticidi utilizzati nei campi coltivati. Un problema che investe anche la zona della Franciacorta nella quale due seriole, per lunghi tratti sotterranee ma in alcuni ancora all’aria aperta, risultano contaminate da Ampa e Glifosate, sostanze ritenute cancerogene. Scavate a mano nel diciannovesimo secolo, come opera di bonifica da parte del Conte Camillo Benso di Cavour, le seriole attraversano le campagne nelle quali ci conduce il presidente di Legambiente della zona.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata