CREMONA I disoccupati che fanno parte dell’associazione cremonese Icaro, una decina di persone, non sono stati ricevuti dalla presidente della Camera Laura Boldrini. Hanno tentato di incontrarla in piazza Stradivari poi in piazza del Comune, attorno alle undici dell’altro ieri, senza però poter spiegare i loro problemi, perché la terza carica dello Stato ha preferito visitare la comunità dei Sikh. Sono cremonesi fra i quaranta e i sessant’anni, guidati dal presidente Giuseppe Vigliotta, che chiedono di fare come nei Paesi europei, in cui viene dato un reddito mensile, che rimane finché non viene rifiutata la terza offerta di lavoro. In Italia sono state presentate le proposte del reddito di cittadinanza e del reddito minimo, con un aumento del sostegno economico per i genitori con figli a carico. A Cremona l’associazione Icaro ha in programma un incontro con l’assessore comunale alle politiche sociali Mauro Platè, ma anche con la Confesercenti. Uno dei componenti è Amedeo Lauritti, cinquantenne sfrattato, senza lavoro e con sussidio di disoccupazione che scade ad agosto. La domanda che pone Icaro è che fare dopo la fine del sussidio.

Ma la presidente della Camera viene criticata anche dal deputato dei 5 stelle Danilo Toninelli per avere scritto su Twitter che l’acciaieria Arvedi fa innovazione tecnologica nel rispetto dell’ambiente. In un comunicato il parlamentare insiste sul fatto che non sono stati fatti controlli sullo stato delle acque utilizzate per spegnere gli incendi causati dalle esplosioni dell’ottobre e novembre 2014, mentre la consigliera regionale Iolanda Nanni ha chiesto spiegazioni sull’aumento anomalo delle polveri sottili nel mese di gennaio. Inoltre un’interrogazione resta ancora senza risposta alla Camera, dopo un anno e mezzo, sulla presenza di diossina in prodotti del territorio. Cremona poi ha patito, come sentenziato in primo grado di giudizio, il disastro ambientale causato da quattro ex dirigenti della Tamoil. Cremona dunque soffre alcuni i grillini i problemi ambientali ci sono, ma anche di salute, visto il numero di tumori. La presidente della Camera non sarebbe stata opportunamente informata.

 

 

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata