Cremona. Delusione e amarezza è ciò che rimane ai residenti adiacenti all’area dell’ex Zanetti in via Massarotti a Cremona, che apprendono solo dalla stampa il via libero alla prossima costruzione del discount. Inutile ogni tentativo di dialogo con l’amministrazione che non ha recepito le istanze del quartiere e dei commercianti e che non ha guidato verso il miglioramento del progetto recependo le migliorie proposte per rendere la presenza del market il più sostenibile possibile. Interventi che avrebbero comportato una spesa minima ma che sarebbero stati fondamentali per chi si trova ad avere il muro divisorio a pochi metri dalla casa e che proprio al di là del muro dovrà assistere al continuo passaggio dei camion per il carico scarico, costretti a muoversi in retro marcia. Molto più sarebbe convenuto tenere il magazzino dalla parte della strada, come lontano dalle case i residenti avevano chiesto anche i condensatori e i macchinari tecnologici progettati invece sotto le finestre del vicinato. Per non parlare del terrapieno con cui il pavimento dell’area sarà rialzato di un metro e trenta, che in molti casi analoghi sentenze di Cassazione hanno bocciato.  Niente di niente è la risposta della nuova giunta alle criticità di un progetto voluto dalla passata guidata da Perri. Niente è cambiato, nessun ascolto, nessun dialogo.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata