Cremona. Le nuove povertà sono in aumento anche nella ricca Lombardia, dove si registra un incremento percentuale maggiore rispetto al resto d’Italia  negli ultimi due anni. Sarebbero 260mila le persone che non riescono ad affrontare le spese primarie mentre 380mila hanno fatto richiesta per aiuti vari, dal cibo al vestiario. I dati freschi di studio sono stati diffusi da Eupolis, l’Istituto Superiore per la Ricerca, la Statistica e la Formazione  di Regione Lombardia e fanno riflettere sull’oipportunità di introdurre un reddito di cittadinanza A Cremona l’idea è stata prospettata dai grillini in Commissione Welfare come strumento da considerare per risolvere il problema delle nuove poertà e dell’emergenza abitativa, dando la possibilità a chi si trova sotto la soglia di povertà di ricostruirsi una vita dignitosa e partecipare a progetti per l’inserimento lavorativo. D’altra parte la questione è già nel’agenda del presidente lombardo Maroni, ed è allo studio un piano di sperimentazione della durata di due anni.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata