Brescia: 7 denunce per la rissa in piazza

Brescia 7 giovani denunciati, 6 dei quali fermati subito dopo la rissa o il giorno successivo, del settimo manca ancora l’identificazione anche se dal comando della Polizia Locale assicurano che si tratta di una questione di ore. Tutti cittadini italiani, anche se di origini albanesi e nordafricane. Sono loro i protagonisti della rissa scoppiata sabato sera in Piazza Vittoria a Brescia, davanti ad una folla attonita di cittadini e sotto lo sguardo di due agenti della polizia locale. E proprio il comportamento dei due agenti, ripresi nel video girato con uno smartphone, è stato oggetto in questi giorni di critiche per l’eccessiva tranquillità. Disposizioni operative che gli agenti hanno poi proseguito, come dimostrano le immagini girate dalle telecamere di sorveglianza del Comune gestite proprio dalla Locale. L’agente ha infatti segnalato ai colleghi in moto l’arrivo di un fuggitivo, adoperandosi poi attivamente per bloccarlo. In questi due giorni l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Del Bono ha ricevuto accuse di ogni tipo rispetto all’insicurezza nella quale vivrebbe la città dal suo insediamento. Fra le accuse principali mossegli quella di aver tagliato fondi di bilancio proprio in questo tema. Il sindaco non ci sta e parla di strumentalizzazione, pubblicando i dati sulla sicurezza nel primo biennio dell’Amministrazione Paroli confrontata con i primi due anni della sua. Dati forniti dalla Prefettura che danno atto di una gestione della sicurezza migliore sotto la sua guida.

Fabrizio Vertua