Brescia. Sarà un’altra estate calda quella che attende i cittadini bresciani sulle strade di casa. Sono infatti stati aperti lunedì i cantieri di riqualificazione di via Valle Camonica, una delle più trafficate vie d’entrata da Ovest della città, con una media compresa fra i 30 e i 40 mila transiti di veicoli al giorno. L’opera iniziale è stata quella della segnaletica gialla per delimitare l’area di cantiere che si dipana su un tratto lungo quasi 800 metri, poi le ruspe entreranno in azione, per rendere la via accessibile a tutti gli utenti. Piste ciclopedonali dunque a bordo strada protette da aiuole in entrambi i lati, ma anche una migliore illuminazione notturna con le nuove lampade a led, verranno realizzate piazzole per il posizionamento dei cassonetti. Una via d’accesso che dovrà tornare anche a vivere e non essere più solamente una fonte di traffico. Altra strada importante sulla quale, per la terza estate consecutiva il Comune e a2a sono intervenuti è via Cremona. In questo caso il problema principale è la sistemazione dei sotto servizi ed in particolare le linee del teleriscaldamento, ormai troppo vecchie. L’altro grande cantiere aperto ancora a Maggio e non dipendente questa volta dal Comune è quello relativo alla chiusura totale del tratto nord via Corsica, per permettere la realizzazione di un ponte in grado raddoppiare la linea ferroviaria e permettere l’arrivo della Tav in città. Un cantiere che durerà per 320 giorni. Diversi altri micro-cantieri interesseranno la città, ma non in maniera così impattante come i tre appena descritti.

Fabrizio Vertua

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata