Brescia Balneabilità completa nei tre laghi bresciani. È questo il dato fornito da Als, dopo un anno di indagini realizzate a campione a largo di una serie di spiagge che hanno definito l’attuale qualità dell’acqua. Un risultato raggiunto grazie ad un lavoro d’indagine complicato ed economicamente impegnativo: sono 300mila gli euro utilizzati per la campagna di monitoraggio 2014/2015. Nel 2014 sono stati effettuati 1640 prelievi, che hanno portato all’esecuzione di 15.512 esami.  Secondo Asl dunque non ci sarebbe alcun problema a fare il bagno nei tre laghi bresciani: Garda, Iseo e Idro, ma sicuramente saranno dati discordanti da quelli che la Goletta dei laghi di Legambiente raccoglierà fra fine giugno e inizio luglio quando giungerà nella provincia bresciana. È una situazione che si ripete ormai da 10 anni e che vede questa contrapposizione di dati.Fondamentale secondo Asl sarà dunque per chi deciderà di trascorrere le sue vacanze sui laghi andare a consultare il sito per scoprire quali sono le zone accessibili. La novità di quest’anno infatti è il servizio di georeferenziazione, unico nel suo genere in Lombardia, che permetterà ai bagnanti di scegliere le spiagge ritenute più sicure.

Fabrizio Vertua

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata