Cremona, via Massarotti: proteste per il discount

Cremona. Il Comune non ha fatto valere le richieste legittime e realistiche dei residenti di via Massarotti a Cremona, che avevano chiesto piccoli ma fondamentali modifiche al progetto originale del supermarket che – ormai pare appurato – si farà , nella sede dell’ex Zanetti. Mancano solo pochi passaggi, ma i residenti non si arrendono. Il progetto, oltre che impattante per gli inquilini della case adiacenti, non sarebbe a norma per quanto riguarda la possibilità di realizzare un terrapieno di oltre un metro a ridosso di un muro di cinta. A questo proposito varie sentenze della Cassazione danno ragione a chi contesta il progetto. Ormai non rimane molto da fare per evitare la realizzazione del centro commerciale e l’ultima carta da giocare per salvare il salvabile è quella del coinvolgimento della famiglia Zanetti, una famiglia molto potente in Lombardia, con cariche e ruoli che spaziano dal mondo dell’industria, a quello dell’agricoltura, delle banche e dell’alimentazione. Il progetto alternativo, che prevede una disposizione della zona carico scarico e dei macchinari di congelamento più rispettosa degli abitanti delle case vicine, che sorgono solo a pochi metri dall’area.

Susanna Grillo