“Progetto Manifattura Piacenza”: arriva altro cemento

Piacenza. Farà discutere l’accordo siglato questa mattina in provincia a Piacenza per lo sviluppo di una nuova politica industriale nel settore manifatturiero. Emilio Bolzoni, presidente di Confindustria, Francesco Rolleri, presidente dell’ente di via Garibaldi e Alessandro Piva, sindaco del Comune di Podenzano, hanno firmato una lettera di intenti dal nome emblematico: “Progetto manifattura Piacenza”. L’obiettivo è quello di creare 2-3 poli industriali di rilievo, da due milioni di metri quadrati ciascuno: una soluzione ritenuta più attrattiva delle attuali 112 microaree in provincia. La prima zona interessata dal progetto sarà ai Casoni di Gariga, a Podenzano appunto, dove si vogliono dedicare ulteriori 400mila metri quadrati alla manifattura grazie alla possibilità di acquistare terreni agricoli a prezzi vantaggiosi. Una sperimentazione che amplierà per gradi la zona attrezzata e che insegue il sogno di attrarre investitori stranieri. La speranza, fra i tanti dubbi, è che l’operazione venga compiuta nel rispetto dell’ambiente e dei nuclei abitativi preesistenti. Dura da anni inutilmente, lo ricordiamo a titolo d’esempio, la battaglia di un comitato di cittadini di Gariga che abita gomito a gomito con un’azienda che produce effluvi fastidiosi. Sono in tanti a non credere più ormai che dalla cementificazione dei campi arrivino davvero vantaggi. Considerando inoltre la mole di capannoni sfitti a causa della crisi, c’è da chiedersi quali siano le prospettive future di questo progetto.

 

 

 

I.C.