Brescia Cementificazione zero, nessun consumo del territorio, erano questi i presupposti dai quali l’Amministrazione Del Bono è partita per redigere la variante al Pgt, di cui dovrà approvare la Valutazione Ambientale Strategica nella seduta del prossimo 27 luglio. Presupposti e promesse disattese secondo Legambiente e Italia Nostra, che hanno presentato lo scorso 11 luglio, ultimo giorno disponibile, una serie di osservazioni che hanno un puro valore consultivo e non decisionale.“Da documento di piano a piano delle regole”, per i non addetti ai lavori, significa che diventano immediatamente attuativi e non più discutibili, consentendo a chi avrà i permessi di poter edificare senza più nessun ostacolo. Tante sono le incongruenze sottolineate in questa variante che non è quella rivoluzione annunciata dal Del Bono e attesa dalle associazioni. Tanti gli esempi apparentemente di piccola entità, ma che sommati creano una massa critica.

Fabrizio Vertua

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata