Cremona A nulla sono valsi i soccorsi immediatamente allertati e arrivati sul posto. Per Hekuran Tafa,albanese di 46 anni residente a Brescia non c’è stato nulla da fare: l’uomo è deceduto sul colpo. A provocarne la morte una caduta da alcuni metri di altezza dal tetto del capannone presso la Pini Italia, ex Bertana. Lo straniero era dipendente della società SSA srl con sede a Brescia specializzata nello smaltimento dei rifiuti speciali. L’uomo – riferiscono i carabinieri -, senza i sistemi di protezione anticaduta, stava effettuando la rimozione di alcune coperture in eternit quando si è rotta una parte del tetto, che è precipitata al suolo, trascinando con sè il lavoratore. Sul posto anche il pubbico ministero Carlotta Bernardini, che insieme al personale dell’Arma e a quello dell’Asl di Cremona ha condotto i primi accertamenti, ponendo in sequestro il capannone in cui si è verificato l’incidente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata