Manerbio Dopo l’arresto del pachistano e del tunisino per favoreggiamento all’Isis, a Manerbio, cittadina della Bassa Bresciana dove uno dei due risiedeva, c’è tanta preoccupazione. Il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale Ferruccio Casaro chiede al governo locale una maggiore attenzione ai temi della sicurezza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata