L’assunzione di contraccettivi orali, anche per brevi periodi di tempo, limita il rischio di sviluppare cancro dell’endometrio; tanto più protratto nel tempo è il loro utilizzo, inoltre, maggiore è la riduzione della percentuale di rischio. Questa è la tesi sostenuta in uno studio realizzato dall’Università di Oxford, attraverso la revisione di 36 lavori di ricerca sull’argomento, analizzando i dati relativi a 27.276 donne con tumore all’endometrio. Gli studiosi hanno quindi scoperto che l’uso per almeno 5 anni di contraccettivi orali taglia di circa un quarto il rischio di sviluppare questo tipo di tumore. I ricercatori hanno calcolato che negli ultimi 50 anni l’uso dei contraccettivi orali ha impedito lo sviluppo di circa 400.000 casi di tumore dell’endometrio fra le donne con meno di 75 anni, con una riduzione di circa 200.000 casi solo nel periodo compreso fra il 2005 e il 2014.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata