Milano. Sta suscitando indignazione su internet l’ultima video-investigazione diffusa dall’organizzazione animalista Peta: obiettivo gli allevamenti di ovini in Argentina che riforniscono il gruppo Patagonia ed altri marchi noti in tutto il mondo. Il gigante dell’abbigliamento, nella sua “corporate policy”, dichiara di rispettare il benessere animale e di imporre ai propri fornitori “pratiche umane” e afferma di approvvigionarsi da fattorie “sostenibili” di Ovis 21, ma il video pubblicato da Peta racconta un’altra storia. Si tratta di immagini molto forti che vi mostreremo tra poco. Ne parliamo con Edgar Meyer dell’associazione milanese Gaia Animali e Ambiente

 

 

I.C.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata