Milano. Gli olmi di via Mac Mahon che dovranno essere abbattuti sono 29 e Atm deve toglierli per la sostituzione dei binari del tram. Ma i residenti, ancora una volta, sono scesi in strada per dire no. E contestano l’inizio dei lavori lungo la linea del tram 12, che prevede il taglio degli alberi. Le piante, urlano i cittadini, possono essere potate ma non tagliate! E non sarebbe solo un problema di carattere ecologico, ma anche legale, perché tra le ditte che lavoreranno “compare la Gimaco, che risulta già stata sospesa due volte dal prefetto Tronca per lavori in Darsena e per il collegamento cascina Merlata-Autostrade per le opere collegate ad Expo”. Un doppio no, dunque, per scongiurare l’abbattimento degli olmi che dovrebbe iniziare il 13 agosto. Ma questa notizia ha scatenato le proteste e non sono infatti mancati attimi di tensione, stamattina, con tanto di schieramento della Digos, dei carabinieri e della polizia locale a presidiare la via. Ma il comitato non si ferma e fa un appello al Comune perché sospenda i lavori previsti, dando la possibilità di discutere nel merito del progetto pubblicato solo pochi giorni fa. La mancanza di dialogo potrebbe infatti essere considerata come un rifiuto del coinvolgimento dei cittadini nelle scelte dell’amministrazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata