Il Tribunale di Trento ha condannato ad un anno e sei mesi di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici un vigile del fuoco volontario che anziché salvare un maialino, lo macellò. L’esemplare sentenza è giunta dopo che la Procura della Repubblica del Tribunale di Trento lo aveva rinviato a giudizio assieme a due colleghi su denuncia della Lav, per rispondere del reato di uccisione di animale e di peculato. Lo sfortunato protagonista a quattro zampe della vicenda è il maialino thailandese Ettore che la proprietaria cercava disperatamente dopo averne denunciato la scomparsa all’inizio del dicembre 2013. Non più tardi di una settimana, la donna scoprì che il suo animale d’affezione era stato ritrovato dai Vigili del Fuoco di Gandolo, i quali, da quanto rivelano alcune intercettazioni telefoniche, cercarono di depistarla, spingendola ad una ricerca “fai da te” in un bosco impervio. La condanna dell’uomo non riporterà certo in vita Ettore e nemmeno riparerà le sofferenze patite dal maialino prima di morire ma almeno giustizia, per una volta, è stata fatta.

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata