Cremona Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco lancia l’allarme a livello nazionale sulla situazione in cui si trovano ad operare i vigili in tutt’Italia. Pesante è la carenza di organico legata alle limitazioni imposte al turn over, tra pensionamenti e nuove assunzioni; una situazione che va ad innalzare l’età media del personale operativo ai 50 anni, senza per altro intervenire con un’adeguata prevenzione per la sicurezza. In provincia di Cremona la situazione è un po’ meno grave rispetto alla media nazionale; da registrare è comunque la mancanza di organico soprattutto amministrativo, delle figure Direttive e di Ispettori. C’è poi il problema delle basse retribuzioni, dai 300 ai 700 euro in meno rispetto a collehi di altri corpi, e l’irrisolta questione della vetustà degli automezzi, oltre che una montagna di burocrazia che minaccia la paralisi delle attività di intervento nel caso, per esempio, di guasti e quindi di avviare le riparazioni necessarie. L’appello va ai politici, a partire dai rappresentanti locali.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata