Anche se in diminuzione, non si arresta la lunga scia di sangue sulle strade bresciane. Da inizio 2015 sono già state 58 le persone che hanno perso la vita in incidenti stradali. Velocità, guida in stato di ebbrezza e sotto l’uso di sostanze stupefacenti sono le cause principali di queste tragedie. Le associazioni dei familiari delle vittime della strada, oltre che alla prevenzione, continuano ad invocare un intervento deciso della Legge. Ne abbiamo parlato con Roberto Merli, Presidente dell’associazione bresciana “Familiari Vittime della Strada”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata