(Brescia). I cittadini di Brescia, oggi, hanno espresso la loro forte preoccupazione sulla qualità dell’aria che respirano perché, secondo un’elaborazione dei dati dell’Arpa delle principali città italiane nel 2013, riferiti alle PM 2,5, le polveri ultrafini più pericolose delle PM10, la loro città è risultata la peggiore d’Italia. La conferma dalle parole di Maurizio Bresciani, del Comitato per la Salute, Rinascita e Salvaguardia del Centro Storico di Brescia, raggiunto telefonicamente durante il telegiornale condotto da Claudia Barigozzi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata