Qualità dell’aria bresciana fuorilegge, primato nazionale negativo per i livelli di Pm2,5, quasi raddoppiati i limiti imposti dall’Unione Europea relativi alla presenza di PM10. Per il diritto alla salute e per l’ambiente protetto, questo pomeriggio, a Brescia è stato organizzato un flash mob dal quale è partita una proposta shock. Ecco l’intervista telefonica ad  Imma Lascialfari, presidente dei Comitati Ambientalisti della Lombardia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata