Il 2016 sarà l’anno della riforma sanitaria. Sul territorio la prima novità si traduce in un cambio di casacca per gli operatori del settore: dal primo gennaio, infatti, sono 689 i medici, gli infermieri e gli amministrativi che transitano dall’ex Asl di Brescia alle tre diverse Aziende socio-sanitarie territoriali della provincia. Ma i timori degli operatori sanitari bresciani sono diversi. Sentiamo in collegamento telefonico Donatella Cagno (Segretaria Funzione Pubblica della Cgil di Brescia).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata