La Polizia di Cremona esprime soddisfazione per aver risolto il caso della tentata rapina di lunedì in appena 36 ore. Si tratterebbe dello stesso giovane, un 24enne marocchino, condannato lunedì mattina per direttissima a tre anni e un mese di arresto e a 1200 euro di multa per aver rapinato un giovane in zona Po la notte tra sabato e domenica. Il giovane evaso dai domiciliari il giorno stesso del processo ha tentato di rapinare una donna in via della Ceramica, presso il parcheggio del supermercato Coop. Insieme a un complice ha cercato di farsi consegnare le chiavi dell’auto dalla vittima, 46enne, e non riuscendovi avrebbe preso la donna per i capelli sbattendole la testa sul cofano, per poi dileguarsi al sopraggiungere di un’auto. Non semplice rimettere a posto le tessere del puzzle che ricostruisce i movimenti del giovane negli ultimi giorni. Anche ieri sera il 24enne è stato individuato in un locale pubblico mentre doveva trovarsi agli arresti domiciliari. Questa mattina, con un’altra direttissima, si sono aperte per lui le porte del carcere; mentre per la tentata rapina aggravata, insieme al complice, è stato denunciato a piede libero. L’Attenzione è altissima da parte delle forze dell’ordine per prevenire e reprimere i reati in particolare contro il patrimonio, numerosi negli ultimi giorni.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata