(Brescia). Torna in primo piano a Brescia la questione del cromo nell’acqua in particolare a Gardone, Concesio, Villa Carcina, Paitone, Lograto e Travagliato: in questi paesi, la presenza del metallo è quasi nove volte quella riscontrata nei rubinetti di Brescia. Per questo tra i genitori è tornata alta la preoccupazione per i loro figli che in alcune scuole possono bere solo acqua in bottiglia. Per fare chiarezza su quanto sta accadendo abbiamo raggiunto telefonicamente  Carmine Trecroci Presidente di Legambiente Brescia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata