Cremona, Barbisotti: disposta l’autopsia

Cremona. Una morte non chiara ma più che altro difficile da accettare, quella di Michele Barbisotti, titolare del negozio Michele Cicli in via Fabio Filzi.  Non solo da parte dei familiari, ma anche da parte dei tanti che lo conoscevano e dei residenti di via Filzi, che riescono solo a testimoniare dispiacere e stupore per la perdita del 41enne che, dicono, “ sapeva farsi voler bene”. Tra le voci incredule rispetto al gesto estremo con cui Michele avrebbe deciso di farla finita, con un colpo esploso dal suo fucile da caccia nella notte tra mercoledì e giovedì, c’è anche quella del suo avvocato, Luca Curatti. Alcuni punti oscuri, come la presenza di un rumeno nel negozio quella notte  rimangono da chiarire mentre  il fascicolo aperto dal sostituto procuratore Lisa Saccaro parla di istigazione al suicidio. Oggi affidato l’incarico di eseguire l’autopsia al medico legale.

Susanna Grillo