Cremona Le forze dell’ordine sono attive in città sul fronte della prevenzione e del controllo ma scarsa è percezione di sicurezza da parte dei cittadini di Cremona. Negli ultimi giorni aggressioni o disordini che hanno visto come protagonisti richiedenti asilo hanno contribuito ad alzare il livello di guardia e a far scattare sull’attenti la politica sul tema dell’accoglienza – con chiare e note prese di posizione da parte della Lega. Piazza Lodi,  per via del supermercato Carrefour aperto tutta notte , è percepita come zona calda e nel fine settimana le forze dell’ordine sono dovute intervenire per contenere un giovane del Mali che ha dato in escandescenze sotto effetto dell’alcol ; piazza Marconi – altro teatro dell’ultimo episodio di violenza ai danni di una giovane colpita al costato senza motivo da un ragazzo ora ricercato –  e poi i quartieri. A Parlare della paura dei residenti, in particolare anziani, è il parroco di Borgo Loreto, aggredito nei giorni scorsi da un giovane che in cerca di soldi è passato agli insulti e alle minacce  fino ad  alzare  le mani contro un poliziotto. Domani il giovane aggressore, Aziz Sarfal, 26 anni, andrà a processo. Intanto in quartiere la gente conferma la mancanza di civismo da parte di determinati individui. Tra le lamentele che raccogliamo ci sono anche quelle degli stranieri ormai inseriti da tempo in città e molto numerosi in quartiere, che si sentono oggi discriminati proprio più che in passato a causa del comportamento di alcuni arrivati, destinato ad innescare una guerra tra poveri.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata