(Brescia). La vicenda del macello bresciano di Ghedi, definito “degli orrori” per quuanto capitava all’interno,  ha alzato un velo sui maltrattamenti atroci verso gli animali, sull’indfferenza, sui silenzi che spesso ruotano attorno a queste vicende che, purtroppo, fanno parte delle cronache. La Lega per l’Abolizione della Caccia, con le parole della portavoce Katia Impellettiere, fa capire quanto lavoro ci sia ancora da fare perché queste situazioni non si ripetano, chiedendo verità e giustizia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata