Cremona. Due dirigenti della raffineria condannati per disastro ambientale doloso e due per disastro ambientale colposo. E’ la storica sentenza del giudice Guido Salvini sul caso Tamoil, arrivata dopo sette anni di processi, una quarantina di udienze, dai risvolti giuridici fondamentali per il futuro dei reati ambientali. Ora, le oltre 400 pagine in cui si ripercorre tutta la vicenda, sono diventate un libro, curato da Maurizio Turco dal titolo “Morire di petrolio, la sentenza”, presentato a Cremona.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata