Milano. La Lombardia è al terzo posto per numero di beni confiscati alla mafia, preceduta solo da Sicilia e Campania. A 20 anni dalla legge Rognoni – La Torre, le cui celebrazioni si sono tenute lunedì 7 marzo, Coop Lombardia vuole rilanciare momenti di condivisione dei progetti e di riflessione sul tema della cittadinanza attiva e della promozione della legalità. Nel mese di marzo La Masseria di Cisliano, nel milanese, uno dei beni confiscati alla famiglia calabrese dei Valle, è stata oggetto di una serie di attività che hanno coinvolto volontari, soci e dipendenti Coop. Un lavoro di pulizia degli spazi aperti  e degli interni, che presto accoglieranno famiglie in difficoltà. Un impegno per conoscere da vicino le attività di Libera, che da tempo collabora con Coop.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata