Cremona Lo stipendio che l’anno scorso era poco più di 400 euro ormai è sceso, Marsìda è in gravidanza e attende il terzo figlio che dovrebbe nascere entro un mese, ma le bollette da pagare, per il gas, sono due e scadono nello stesso giorno, il 29 marzo, l’una da 451 euro, a rate da settanta ciascuna, e l’altra da 250. In più si aggiunge il costo della manutenzione della caldaia e dell’intervento di un tecnico. Nell’alloggio popolare di via Giuseppina il riscaldamento ha un costo enorme: i muri non trattengono il calore, l’umidità e il freddo sono insopportabili d’inverno e il caldo toglie il respiro d’estate. Stamattina Marsìda, che non ha mai domandato contributi economici, ha chiesto aiuto alla Caritas per poter pagare la bolletta, senza subire il distacco dell’utenza. E’ una corsa contro il tempo, per il Comune che si è impegnato a cambiare appartamento alla giovane mamma, ai suoi figli e al convivente, da mesi rimasto senza lavoro. La settimana scorsa Marsìda, albanese d’origine e cremonese da un decennio, ha ricevuto la visita di due tutor condominiali e di un’assistente sociale. L’amministrazione comunale ha ricevuto questo appello quasi disperato, fra tanti altri. L’appartamento si trova al terzo piano di una delle palazzine popolari di via Giuseppina, una tra le più fatiscenti e degradate, secondo lo stesso giudizio del Noe dei carabinieri, che erano intervenuti l’anno scorso per mettere sotto sequestro i garage, dal tetto d’amianto. Sono giorni d’ansia e d’attesa per il trasloco. L’appartamento è uno dei mille che il Comune aveva dato in gestione all’Aler e che da gennaio torna ad amministrare direttamente. E’ una delle sfide che l’amministrazione comunale vuole vincere per dimostrare che un miglioramento è possibile dopo lunghi anni di crisi. L’assessore alla casa Andrea Virgilio sta seguendo anche questo caso. Ogni settimana l’amministrazione assegna gli appartamenti ristrutturati, cambia casa agli inquilini in maggiore difficoltà. La lista d’attesa è lunga, le famiglie in difficoltà sono alcune centinaia. Marsida potrebbe ricevere le chiavi di un appartamento prima della nascita del terzo figlio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata