Nel giorno del suo compleanno la memoria di Stefano Villa, agente della polizia di Stato caduto in uno scontro a fuoco con un rapinatore nel 1995, viene celebrata con l’intitolazione dell’Aula Magna dell’Istituto superiore Ghisleri di Cremona. Qui Stefano studiò prima di formarsi per entrare in Polizia e da qui parte, attraverso la celebrazione di oggi ed un dialogo che si sta portando avanti tra istituzioni, questura e scuole, la cultura della legalità. In mattinata anche un convegno sul tema: “Stefano Villa, una preziosa memoria su cui fondare il nostro futuro. Scuola e Polizia di Stato per un mondo più sicuro e consapevole ”. Proprio per far sì che l’esempio di Stefano stimoli i giovani, il Questore di Cremona,dott. Gaetano Bonaccorso, e il Direttore didattico della scuola superiore Ghisleri, professor Mariano Gamba, hanno organizzato una serie di incontri con gli studenti tenuti dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Cremona Federica Deledda. Durante la mattinata, nel giardino dell’Istituto è stata collocata un’opera realizzata dal maestro Graziano Bertoldi, rappresentante l’Arcangelo San Michele, benedetta dal vescovo Monsignor Napolioni. Presente alla celebraizone il padre di Stefano, Enrico Villa.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata