(Brescia). Il Consiglio di Stato, il massimo grado della giustizia amministrativa ha, di fatto, congelato la discarica di Montichiari, in provincia di Brescia, accogliendo la richiesta di sospensiva avanzata dal Pirellone contro la sentenza del Tar che aveva spianato la strada all’autorizzazione allo smaltimento e alla tumulazione di 1,1 milioni di metri cubi di rifiuti, fra cui anche scorie contenenti amianto. Soddisfazione da parte di chi, da sempre, si batte per la salute dei cittadini, come il Codisa, il comitato difesa salute e ambiente, presieduto da Angela Paparazzo che abbiamo raggiunto telefonicamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata