Il caldo estivo e gli sbalzi termici possono affaticare, e quindi mettere a rischio la salute del nostro cuore. Un’arma in più per proteggerlo arriva dal potassio, di cui sono ricchi molti cibi che non devono mancare nell’ alimentazione dell’estate. A dimostrarlo è uno studio del Nestlé Research Center (NRC) di Losanna, in Svizzera, pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Hypertension. L’estate è il periodo del relax, e molto spesso chi fa una vita sedentaria nel resto dell’anno passa le vacanze a riposarsi. Ma “combattere la sedentarietà è fondamentale per stimolare il cuore, la respirazione e soprattutto per tenere sotto controllo la pressione arteriosa – spiega Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi e coordinatore scientifico dell’Osservatorio Nestlé – Fondazione Adi – chi non pratica costantemente attività fisica può cercare di fare un po’ di movimento tutti i giorni, specialmente durante le vacanze che sono il momento nel quale abbiamo più tempo libero. Dedicare qualche ora all’attività fisica è importante per educare il nostro corpo ad uno stile di vita più sano e attivo sotto ogni punto di vista”. Insieme al movimento non va trascurata l’importanza delle giuste scelte alimentari: secondo lo studio del NRC, “assumere almeno 3,51 grammi di potassio al giorno può aiutare a ridurre la pressione cardiaca in coloro che non prendono medicinali per l’ipertensione e può inoltre essere un mezzo efficiente per ritardarne la comparsa o attenuarne la gravità”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata