Petizione per salvare le vittime della tratta

Su change.org una studentessa di Diritti Umani ha lanciato una petizione contro i tagli del Governo nei confronti delle vittime della tratta umana. Dal primo settembre le ragazze che vorranno sottrarsi alla rete criminale che le obbliga a prostituirsi in alcune aree dell’Italia come la Sardegna, la Basilicata, il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Liguria e in alcune zone della Sicilia, non potranno più rivolgersi ai servizi di assistenza, presenti da anni sul territorio. Questa una delle immediate conseguenze ma altre sono al vaglio delle organizzazioni che si occupano dei diritti di migranti e rifugiati in Italia.
Ecco il link della petizione:
https://www.change.org/p/il-governo-italiano-taglia-l-assistenza-alle-donne-vittime-di-tratta-meb?utm_source=action_alert&utm_medium=email&utm_campaign=636914&alert_id=FMSchQrPZf_Mj6Vy%2FocWgWKvJfewx5Wg9ko5i9ac%2B8x6bLzcQGqFtY%3D