(Cremona). La cosiddetta riorganizzazione del recapito della corrispondenza continua con enormi disagi per i cittadini che, ormai, si vedono recapitare le lettere con ritardi inaccettabili e le stesse attività negli uffici postali sono gravate da criticità che vanno dalla carenza di personale alle procedure sempre più confuse. E a pagarne le conseguenze sono sempre i cittadini e tutti quelli che usufruiscono del servizio. E l’ultimo incontro è terminato con un nulla di fatto.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata