Piacenza Concepito e curato scientificamente da Stefano Rodotà, che ha salutato la platea dei Teatini con un videomessaggio in quanto a casa convalescente dopo un malanno di stagione, questo prestigioso festival multidisciplinare affronta in ogni edizione un filo conduttore diverso. Il tema portante della nona Edizione del Festival del Diritto è la Dignità, termine che racchiude il rispetto della persona e delle sue inalienabili prerogative. Oggi si parla molto di dignità, ma essa di fatto è continuamente violata. Eppure si tratta di una delle parole d’ordine che hanno determinato la rivoluzione costituzionale dell’ultimo dopoguerra. Questa ha dato vita al paradigma dello Stato costituzionale democratico e sociale, che ha consentito – almeno nell’Europa occidentale – di includere larghe masse nella cittadinanza democratica di Stati pluriclasse, superando quella guerra civile europea che aveva trascinato il mondo in un rovinoso conflitto totale.Anche la nona edizione del Festival del Diritto, come sempre proporrà, sul sito www.festivaldeldiritto.it, i file audio degli incontri inseriti nel programma principale e le dirette in streaming di alcuni appuntamenti per i quali si prevede un considerevole afflusso di pubblico.

Vladimiro Poggi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata