Cremona Non saranno le luminarie natalizie di Salerno, che vanta una tradizione prestigiosa, e che da più di una settimana ha iniziato a montare le apparecchiature. A Cremona negli ultimi anni, mentre imperversava la crisi economica, si è discusso dell’opportunità di investire sulle luci di Natale: Luigi Amore, allora assessore ai servizi sociali, aveva messo un punto di domanda. Quest’anno la macchina amministrativa si è attivata, con un incontro fra l’assessore Barbara Manfredini, Ascom, Confesercenti, Aviscom e Botteghe del Centro, ma circola già il malumore tra i commercianti. Le luminarie si faranno, tuttavia in ritardo, quando si sente aria di Natale già da qualche tempo, e di nuovo l’associazione incaricata di condurre le iniziative, cioè le Botteghe del centro, prepara la richiesta di un contributo economico, in questo caso della fatidica somma di 80 euro, proprio come l’anno scorso, senza incrementi dopo le proteste in occasione degli eventi degli ultimi mesi. Le manifestazioni, per quanto frequentate, per molti non si traducono in maggiori vendite, oppure si limitano a spostare acquisti che sarebbero stati fatti comunque. La preoccupazione è che il Natale, per i negozi del centro, non migliori la situazione di crisi che perdura da tempo. Potrebbe essere l’ultima manifestazione finanziata dalla Camera di commercio di piazza Stradivari, che l’anno prossimo dovrebbe già essere accorpata a Mantova, secondo la riforma nazionale approvata dal governo. A Cremona si spenderanno 17.500 euro per i fili luminosi e 10mila per le strutture a terra, oltre alla musica diffusa per le strade e l’illuminazione dei palazzi. L’amministrazione comunale però sarebbe disposta a versare soltanto 10mila euro. E’ stata proprio Unioncamere, poi, a comunicare che nel commercio al dettaglio le previsioni degli operatori parlano, per la maggior parte, di stabilità: non si creeranno posti di lavoro in più mentre aumenterà il volume d’affari. E’ in crescita però la percentuale degli operatori che convivono con aspettative pessimistiche. La settimana prossima in ogni caso il presidente delle Botteghe del centro, Eugenio Marchesi, renderà noto il programma delle iniziative. Almeno per la Festa del torrone, in programma dal 19 al 27 novembre, tutto sarà pronto.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata