Claudio Cominardi, parlamentare del Movimento Cinque Stelle, è intervenuto alla Camera in seguito delle clamorose rivelazioni del pentito di Camorra Nunzio Perrella, secondo il quale, nel bresciano, la situazione ambientale sarebbe peggiore che nella Terra dei Fuochi a causa di diffusi e ripetuti versamenti illeciti già prima del 1987. Una situazione già denunciata da tempo anche dalle associazioni ambientaliste e dallo stesso deputato pentastellato che proprio due anni fa presentò un’interrogazione per chiedere misure drastiche e incisive a tutela della salute dei cittadini bresciani.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata